Un giorno mentre osservavo un equilibrista che camminava verso il cielo su una fune, accompagnato da una musica penetrante e circondato da un ambiente suggestivo con luci soffuse e colorate, rimasi colpito dall'emozione che tutto ciò stava creando.

Percepivo quella magica atmosfera come irreale, dove mi sentivo spettatore e protagonista nello stesso tempo;

la tensione emotiva cresceva continuamente poichè mi stavo profondamente identificando in quella situazione e questo portava la mente a fantasticare oltre il limite delle mie possibilità.

Improvvisamente la rappresentazione terminò e con essa svanirono sensazioni, emozioni, tensioni. Per un istante nella mia mente rimase il vuoto e compresi che tutto quello che avevo provato era stato il frutto di una forte suggestione.

Seduto osservo il pannello di arrampicata, poche assi di legno e tante prese di resina avvitate, un muro sintetico come tanti altri, con itinerari tracciati e studiati per migliorare la tecnica, aumentare la forza, la resistenza, l'obiettivo è sempre quello di portare a termine una sequenza di movimenti codificati seguendo la numerazione dell'itinerario di 6a, per passare poi all'itinerario più difficile di 6b, e poi ancora oltre fino a raggiungere lo stato di grazia che ti fa sentire realizzato, e dopo ?......

L'ultimo stadio potrebbe essere la perdita d'interesse e la fine di una passione.

Tragico evento, direte voi. Certo, ma questo può capitare.

L'interesse per una passione continua ad essere forte se noi siamo forti e motivati, se ispirati dagli eventi cerchiamo continuamente nuovi stimoli, inventando con fantasia situazioni libere senza schemi, senza limiti, dando sfogo a tutta l'energia che è in noi.

 Tornando alle quattro assi del pannello, ad occhi chiusi vedo svanire il muro di arrampicata ed al suo posto materiallizzarsi un'idea che mi porta a viaggiare nello splendido mondo della suggestione.

genesi2

"Viaggio nello Spazio"

Mi avvicino ad una luce lontana, il cuore batte sempre più forte, assieme a me altri climbers si guardano attorno un po' incuriositi fino a quando una voce forte non identificabile dice:

genesi3

“Siete pronti per entrare nello stargate, attraverso un tunnel che vi proietterà nello spazio profondo, nuove emozioni vi accompagneranno lungo il viaggio, acquisterete maggiore consapevolezza nei vostri gesti, azioni e sensazioni si fonderanno in un vortice trasportando corpo e mente nell'ignoto universo della vostra immaginazione.

genesi4

Neuron, la navicella a propulsione mentale, ci porterà sul pianeta Scorpio lungo una rotta tracciata dai navigators attraverso galassie e costellazioni sconosciute.

genesi5

Scorpio è un pianeta fantastico: una linea immaginaria lo divide, nella zona magnetica le luci tenui ma decise colorano i corpi che brillano come la luna nel cielo.

Il tempo sembra fermarsi, la mancanza di gravità muove tutto molto lentamente, facendoci percepire tensioni, rilassamenti, equilibri, e respirazione.

La massima espressività dei movimenti viene interpretata con la fluidità di un felino.

L'atmosfera avvolge il nostro essere proiettandoci in una sfera magica colma di sensazioni, dove rilassamento e meditazione si fondono.

E' in questa zona misteriosa che nascono profondi sentimenti, gioia, amore, tristezza si trasformano in una danza verticale ricca di suggestione.

genesi6

La zona calda rispecchia l'emotività e le nostre decisioni: tutto è in movimento, nulla è definito comete e raggi gamma si proiettano sul pianeta, i vulcani fanno tremare la terra.

La mente è più veloce dell'occhio, e l'occhio del gesto; tutto scorre velocemente, il tempo e le azioni s'inseguono continuamente in un ritmo incalzante, l'impressione è quella di volare.

Le dimensioni e le distanze si confondono, gli occhi perdono la percezione della stabilità disorientando il senso dell'equilibrio.

Neuron innesca i reattori ed attraverso il tunnel dello stargate i nostri pensieri e i nostri sogni prendono forma, come d'incanto ci troviamo proiettati nello spazio , le stelle brillano avvolte nel buio dell'ignoto.

Esseri luminosi muovono le mani verso il cielo afferrando quà e là costellazioni che sembrano unirsi tra loro, gli occhi cercano nell'oscurità la certezza di un passato cancellato dall'immaginazione, i riferimenti si annullano a vicenda e la volontà combatte contro paure lontane, ricordi di un tempo dove il buio nascondeva le nostre insicurezze.

genesi7
genesi8
genesi9

 

Segnali lontani illuminano il percorso proiettando turbini di raggi che lentamente penetrano negli occhi, musiche cosmiche senza data continuano a seguire il viaggio.

Lungo il percorso uno sciame di asteroidi sconvolge la rotta, tutti gli automatismi si annullano lasciando il posto a reazioni chimiche che scatenano forti scariche ad elevato potenziale elettrico aumentando la produzione di energia.

Usciti dalla traettoria degli asteroidi, lo spazio riappare in tutta la sua immensità; una mano con decisione si allunga verso una stella, un piede cerca nell'oscurità un appoggio su un pianeta ed il corpo levita verso l'alto. Il sibilo dei reattori preannuncia l'avvicinamento a Scorpio e lo sbarco immediato.

Qui il tempo è magico, melodie incantate attraversano il cuore e giungono all'anima elevando lo spirito.

Il moto uniforme del corpo agisce senza apparente sforzo in un gioco d'inconsueti movimenti, le membra sostengono il peso quasi assente, lo spirito leggero affianca la materia disegnando e colorando le azioni, lungo un percorso segnato dal destino.

genesi10

Sinuosa Figura

All'ombra di una fiamma diffonde profonde sensazioni

Nell'oscura notte si ode un canto lontano che evoca tempi remoti

Là dove il pensiero materializza forme da sogno avvolte da una magica nube di un intenso profumo

Anima senza volto, danza nell'inconscio dei nostri cuori creando fantastiche emozioni

Passato, presente, futuro scorrono nello splendido corpo

che un soffio del tempo avvolge lentamente

spegnendo la fiamma e l'immagine che nel nulla svanisce.

Regna una mistica atmosfera in questo luogo

Creando umani ideogrammi nella buia penombra, istante dopo istante i simboli della mente prendono forma

Il corpo plasma lo spazio ed un canto melodico scorre attraverso lo spirito racchiuso nella clessidra del tempo.

genesi11Il pulsare della vita scandisce il battito dell'universo

L'unione Cosmica delle due Entità, irradia energia bioelettrica

Una luce fredda aumentando d'intensità produce calore

Nel cerchio della vita tutto si muove lentamente e velocemente contemporaneamente in perfetta simbiosi

Energia nell'energia

Materia nella materia

Completa unione dell'Essere.

Nella notte misteriosa si ode il canto di un usignolo

allegro, gioioso a volte un po' triste, libero di volare nel cielo

di danzare sulle nuvole

di rincorrere il vento

di giocare a riflettersi in una goccia d'acqua

specchio di un piccolo pensiero.

Soffia il vento sul passato ed il sipario si apre davanti a noi, luci accecanti filtrano dal cielo , raggi gamma penetrano nella carne eccitando i muscoli all'azione.

Ritmi tribali invadono i corpi, la tensione cresce, tutto sembra muoversi vorticosamente. In questa zona calda di Scorpio la mente si separa dal corpo che con razionali automatismi produce gesti sequenziali ad elevata velocità.

Il ritmo incessante aumenta e con esso la forza, dal generatore metabolico tutta l'energia viene liberata nella sua massima esplosività.

genesi12

In questa folle corsa contro il tempo non c'è spazio per le riflessioni e le incertezze.

Decisione e determinazione attivano i movimenti in sintonia con il battere del ritmo che freneticamente spinge avanti nel tempo.

Luccicano nell'universo le galassie lontane, sembrano a portata di mano.

In questo viaggio Astrale i conflitti subconsci animano forti desideri

I Tubi psichici penetrano negli occhi provocando stati di trans.

Attrazioni ipnotiche percorrono la mente come spirali senza fine.

Percezioni profonde inducono stati di assoluto abbandono.

In questo tunnel dalle varie forme geometriche scorrono dinamiche radiazioni, provocando inquietanti visioni che improvvisamente vengono dissolte dall'eco di una forte voce:

genesi13
genesi14
genesi15

 

“Pronti allo sbarco sulla terra, il viaggio nell'ignoto universo si è concluso, abbandonate il tunnel dell'immaginazione, siate consapevoli dei vostri gesti e che la forza sia con voi....”

Ritorna dal futuro l'astronave dei desideri; immagini, visioni, sogni, ricordi svaniscono nella realtà.

Il battito del cuore lentamente si perde nell'infinito del tempo.

Gli occhi si riaprono.

Davanti, poche assi di legno e tante prese di resina avvitate, osservo questo pannello di arrampicata immobile, senza vita, e ripeto a me stesso:

genesi16

“ Ogni idea accettata dalla mente è una suggestione che si realizza”

 

Roberto Presterà

NEWS

Palestra di arrampicata - Laboratorio Fantasyclimbing Milano:

Laboratorio Fantasyclimbing Milano via Luchino del Maino 7.
 Corsi di arrampicata - Primo modulo -  il corpo in movimento -  in programmazione  per febbraio 2019

 

 

newsletters-sm